Regolamento scuola dell'Infanzia

(in vigore dall’anno scolastico 2011/2012)

 

PREMESSA

La Scuola dell’infanzia “Sacro Cuore”è un’opera parrocchiale,espressione della comunità cristiana della “Parrocchia di San Vigilio” di Pove del Grappa, e ha lo scopo di provvedere, in collaborazione con le famiglie, all’educazione integrale dell’infanzia favorendone la formazione cristiana, sociale, intellettuale e fisica.

 

1) PARITA’ SCOLASTICA

La Scuola dell’Infanzia parrocchiale è riconosciuta paritaria, ai sensi della Legge 10.3.2000, n. 62.

 

2) SEDE

La Scuola ha sede legale presso la Parrocchia in via Marconi n. 80 e la sede operativa in via Roma n. 15, a Pove del Grappa.

 

3) ISCRIZIONE E RINNOVO 

L’iscrizione avviene per i bambini in età prescolare nei limiti dei posti disponibili, con precedenza ai residenti nel Comune di Pove del Grappa. 

Alla Scuola dell’Infanzia possono essere iscritti i bambini che abbiano compiuto o compiano tre anni entro il 31 gennaio del primo anno scolastico di  frequenza.

Le iscrizioni si accettano dalla riapertura della Scuola dopo la pausa natalizia fino al 31 gennaio e devono essere rinnovate annualmente. 

L’iscrizione si intende definitiva e vincolante al pagamento dell’intera retta annuale. 

La quota di iscrizione o di rinnovo non è per nessun motivo rimborsabile. 

L’iscrizione comporta da parte dei genitori la conoscenza e l’accettazione del presente regolamento nonché la proposta educativa della Scuola con l’impegno di accettarla e di collaborare alla sua attuazione.

All’atto della prima iscrizione vengono richiesti i seguenti documenti:

  • - il certificato di stato di famiglia
  • - la fotocopia del certificato delle vaccinazioni a cui il/la bambino/a è stato/a sottoposto/a.

La Scuola dell’Infanzia garantisce l’accoglienza e l’inserimento di bambini con difficoltà certificate residenti nel Comune di Pove del Grappa e a tal fine promuove le opportune intese con gli Enti Locali (ULSS, Comune, Provincia) per quanto concerne le problematiche relative al personale, alle  strutture, al materiale didattico, ai finanziamenti e a quanto si rilevi necessario per il miglior inserimento dei bambini suddetti. 

 

4) CALENDARIO SCOLASTICO E ORARIO DELLA SCUOLA

Il calendario scolastico è determinato dalla Regione Veneto. La Scuola può attuare delle modifiche che devono essere approvate dall’Ufficio Regionale Scolastico.

L’orario giornaliero di apertura è dalle ore 8.30 alle ore 16.00, dal lunedì al venerdì. Nei primi giorni di inizio dell’anno scolastico viene attuato un progetto di inserimento per favorire un graduale approccio dei bambini alla Scuola dell’Infanzia.

I genitori sono tenuti alla scrupolosa osservanza dell’orario di entrata (8.30-9.00) e di uscita (15.30-16.00) evitando di  intrattenersi all’interno della struttura oltre gli orari stabiliti.

Dopo l’orario di entrata e di uscita la porta rimarrà chiusa e non è permessa l’entrata e l’uscita dei bambini in orari diversi da quelli stabiliti, se non per evenienze del tutto eccezionali e salvo preventiva richiesta delle famiglie, rivolta alla responsabile gestionale. Durante l’orario di uscita, al momento della consegna dei bambini, viene meno la responsabilità della Scuola verso i bambini stessi. 

Per motivi di responsabilità civile e penale, all’uscita i bambini saranno affidati esclusivamente ad   un genitore o a persona delegata purché maggiorenne (compilando l’apposito modulo di delega fornito dalla Scuola). 

Su richiesta e presentando la dichiarazione di lavoro di entrambi i genitori (da parte del datore di lavoro o di autocertificazione in caso di lavoro autonomo) si può usufruire del servizio di anticipo, dalle ore 7.30 alle ore 8.30 e di posticipo dalle ore 16.00 alle ore 17.50. L’anticipo e il posticipo sono effettuati da personale ausiliario abilitato. La richiesta va effettuata all’inizio dell’anno scolastico alla Responsabile Gestionale e avrà validità annuale. L’accettazione delle domande è in base all’ordine di arrivo e fino alla copertura dei posti disponibili.

 

5) RETTA

La Parrocchia nel gestire la Scuola non si pone finalità di lucro ma il pareggio di bilancio. 

La retta è annuale e deve essere versata in un’unica rata entro settembre dell’anno di iscrizione. Per agevolare le famiglie, può essere suddivisa in dieci rate mensili da versare entro il giorno 15 di ogni mese dell’anno scolastico cui si riferisce.

I pagamenti vanno effettuati esclusivamente tramite bonifico bancario. La retta va pagata per intero, indipendentemente dal numero dei giorni di frequenza e viene ridotta solo se sono iscritti due o più fratelli alla Scuola dell’Infanzia (riduzione retta del 25% dal secondo fratello in poi).

In caso di mancato pagamento di due rate mensili l’Ente Gestore può prendere provvedimenti sospendendo il servizio fino alla puntuale regolarizzazione delle rate maturate. 

Il pagamento di ogni rata va a scalare sulla retta annuale.

La frequenza del bambino al nuovo anno scolastico è subordinata al totale pagamento della retta dell’anno scolastico precedente.

La retta è suscettibile di variazioni durante l’anno scolastico qualora vengano ridotti i contributi previsti.

Il costo dell’eventuale servizio di anticipo e di posticipo è aggiuntivo rispetto alla retta annuale e può essere saldato in un’unica soluzione entro la fine del mese di settembre dell’anno di iscrizione o aggiunto alla rata mensile.

Gli estremi per il pagamento sono:

BANCA ANTONVENETA DI POVE DEL GRAPPA

c/c     intestato    a:   Parrocchia  di  San    Vigilio  -    Scuola   dell’Infanzia     Sacro      Cuore 

IBAN:      IT 12 O 05040 88960 000000742095

Causale: cognome nome

 

6) RITIRO DALLA SCUOLA 

Nel caso il ritiro del/la bambino/a avvenga nel corso dell’anno scolastico e sia motivato da certificazione medica, da documentati gravi motivi familiari o da cambio di residenza, la retta annua dovrà essere pagata in proporzione fino alla data del ritiro o alla data in cui si perfeziona la pratica anagrafica. Negli altri casi, la famiglia sarà tenuta al pagamento della retta annuale.

 

7) ASSENZE

Se il bambino rimane assente per malattia per più di 5 giorni consecutivi (compresi i prefestivi e i festivi) al rientro dovrà tassativamente essere accompagnato dal certificato del Pediatra curante che ne attesti l’idoneità alla frequenza.

Il certificato medico, dunque, è necessario quando il bambino rientra dal 7° giorno dall’inizio della malattia. Non si  accettano bambini senza certificato medico, neanche posticipato.

In caso di assenza per motivi di famiglia o di salute i genitori devono avvisare la Scuola.

 

8) REGOLE SANITARIE

I genitori verranno immediatamente avvertiti e dovranno provvedere al più presto al ritiro del bambino, qualora si verificasse una delle seguenti situazioni: 

- temperatura corporea superiore ai 37,5° C.

- episodi di vomito 

- episodi di dissenteria 

- congiuntivite 

- sospetta malattia infettiva 

Il Personale assicura la massima attenzione affinché vengano evitati contagi, tuttavia la Scuola declina ogni responsabilità per malattie eventualmente contratte. 

Nel caso di malattie infettive e pediculosi i genitori devono avvertire tempestivamente le insegnanti.

 

9) SEZIONI 

La comunità scolastica è composta da sezioni eterogenee affidate ciascuna ad un’insegnante titolare.

 

10) NORME IGIENICO SANITARIE E MENSA

La Scuola gestisce direttamente la mensa (con personale interno) attenendosi ad una tabella dietetica approvata dall’ASL 3 di Bassano del Grappa. 

Qualora siano iscritti bambini soggetti ad allergie e intolleranze alimentari (con certificazione medica) la Scuola provvede per questi bambini alle necessarie variazioni nella tabella dietetica.

La somministrazione di alimenti e bevande può essere effettuata solo dalla cucina della scuola, di conseguenza non possono entrare nella struttura alimenti preparati esternamente.

Per le feste di compleanno i genitori possono portare solo prodotti e bevande confezionate. 

 

11) SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI 

Il personale non è autorizzato a somministrare farmaci né prodotti omeopatici ai frequentanti la Scuola dell’Infanzia. 

Nel caso si renda necessaria la somministrazione di farmaci durante l’orario scolastico, tale somministrazione può essere effettuata solo dagli esercenti la potestà genitoriale, attraverso una dichiarazione scritta rivolta alla Coordinatrice e alla Responsabile Gestionale della Scuola dell’Infanzia e l’esibizione di un certificato medico che comprovi la necessità di somministrare i farmaci in questione e che specifichi il periodo presunto o effettivo di durata della somministrazione, nonché la patologia che rende necessaria la somministrazione stessa. 

La somministrazione da parte degli esercenti la potestà genitoriale deve avvenire negli orari concordati con il personale docente. Gli esercenti la potestà genitoriale possono delegare la somministrazione dei farmaci ad altre persone mediante apposita autorizzazione scritta da consegnare alla Scuola. 

Il personale docente provvede alla somministrazione di farmaci salvavita qualora la stessa debba avvenire immediatamente e in modo indifferibile senza che si possa attendere l’intervento del Sistema Sanitario Nazionale di Pronto Soccorso e, in ogni caso, sia riferita a emergenze prevedibili legate a patologie previamente segnalate per iscritto alla Coordinatrice e alla Responsabile Gestionale della Scuola all’inizio di ogni anno scolastico o qualora insorgano successivamente. 

Il personale docente, gli esercenti la potestà genitoriale dei bambini di cui sia stata segnalata una   delle patologie in questione e il pediatra della competente ASL si impegnano a firmare un documento dal quale risultino in modo dettagliato le modalità di intervento per ciascuna delle varie situazioni di emergenza che possono potenzialmente verificarsi con riferimento alle patologie predette.

 

12) GIOCHI, OGGETTI SMARRITI O PORTATI  A SCUOLA

La Scuola non assume nessuna responsabilità qualora il bambino smarrisca oggetti di valore o giochi. Al fine di evitare spiacevoli inconvenienti è assolutamente vietato portare giochi o altro da casa. Si fa eccezione per il primo periodo di inserimento dei piccoli e dei peluches per il riposo pomeridiano.

 

13) STAMPA, MANIFESTI, VOLANTINI A SCUOLA 

Senza l’autorizzazione della Responsabile Gestionale, nessun tipo di stampa può essere fatta     circolare fra i bambini e affissa nelle bacheche.

 

14) RAPPORTI  SCUOLA-FAMIGLIA 

Ogni importante comunicazione riguardante il bambino va fatta direttamente alle insegnanti, al mattino durante l’accoglienza, o tramite telefonata.

Allo scopo di non interrompere l’attività didattica è possibile la dettatura di brevi messaggi alla Responsabile Gestionale, che provvederà ad inoltrarlo alle insegnanti.

Allo scopo di promuovere una effettiva e pratica collaborazione scuola-famiglia la coordinatrice didattica convocherà:

• Colloqui individuali tra genitori e rispettiva insegnante di sezione sia su richiesta del genitore, dell’insegnante che di routine

• Assemblee dei genitori

• Assemblee di sezione

• Un’assemblea a fine anno scolastico con i genitori dei nuovi iscritti per l’a.s. successivo

• Periodici consigli di interclasse 

• Incontri di continuità: sono previsti colloqui con le insegnanti della scuola primaria e le educatrici del Nido Integrato

• Incontri con gli organi Collegiali 

I genitori, primi educatori dei loro figli, sono impegnati a partecipare alle riunioni indette per loro e a tenere frequenti contatti con l’insegnante a cui è affidato il loro bambino. 

I genitori possono chiedere un colloquio alla Coordinatrice didattica o alla Responsabile Gestionale negli orari previsti, previo appuntamento, motivando la natura della richiesta, qualora ci siano necessità familiari o di altro genere riguardanti il proprio bambino. Se le comunicazioni sono generiche o di altra natura i genitori devono rivolgersi al proprio rappresentante di sezione, il quale provvederà a comunicarle alla Coordinatrice Didattica o alla Responsabile Gestionale.

 

15) ORGANISMI DI PARTECIPAZIONE, COLLABORAZIONE E GESTIONE 

La Scuola favorisce la partecipazione democratica dei genitori all’attività scolastica ed educativa, con la creazione dei seguenti organi collegiali:

- ASSEMBLEA DEI GENITORI: costituita da tutti i genitori dei bambini iscritti. Viene convocata dalla Coordinatrice didattica almeno due volte all’anno, ogniqualvolta esigenze specifiche lo richiedano e quando viene chiesta per iscritto da almeno la metà dei genitori. All’assemblea può partecipare il personale docente e non docente. 

- CONSIGLIO DI INTERSEZIONE: è composto dai docenti in servizio nella Scuola e dai genitori eletti nelle rispettive assemblee di sezione come rappresentanti. E’ convocato e presieduto dalla Coordinatrice didattica. Il suo compito è di formulare al Collegio docenti proposte e osservazioni da parte dei genitori. Il rappresentante di sezione si fa da portavoce tra i genitori della propria sezione in merito a richieste e osservazioni poste alla Coordinatrice e alla responsabile Gestionale.

Vi sono altri organi non obbligatori ma comunque utili e importanti per un buon funzionamento della Scuola:

  • - ASSEMBLEA DI SEZIONE DEI GENITORI: costituita dai genitori di ciascuna sezione, l’insegnante titolare di sezione presente in quel momento e la Coordinatrice didattica.
  • - COMITATO GENITORI: è composto dai genitori dei bambini della scuola costituiti in associazione che, spontaneamente, portano avanti, in accordo con il Corpo Docente e con l’Ente Gestore, iniziative a supporto della scuola e dei bambini. L’associazione dovrà operare con le modalità e nei limiti previsti dal c.c.. 

Sono presenti inoltre:

- IL COLLEGIO DOCENTI: composto dal personale insegnante e presieduto dalla Coordinatrice delle attività educative  e didattiche. Il Collegio docenti cura la programmazione dell’azione educativa e dell’attività didattica, valuta periodicamente l’andamento progressivo dell’azione didattica per verificarne l’efficacia, predispone il P.O.F., propone eventuali mezzi ritenuti utili al miglioramento dell’attività scolastica. Su suggerimento della Coordinatrice elabora la formazione delle sezioni e l’organizzazione didattica.

- IL COMITATO DI GESTIONE: l’Ente gestore della Scuola dell’Infanzia è la Parrocchia di S.Vigilio legalmente rappresentata dal Parroco pro-tempore, che si avvale nella gestione della struttura, di un Comitato di Gestione. Il Comitato di Gestione costituito da persone scelte dal Parroco ha funzione consultiva sulla gestione amministrativa e gestionale della struttura scolastica. 

 

 

Pove del Grappa, 3 gennaio 2011